Soggetti aderenti

Enea

LOGO ENEAUno dei partner del progetto è l’ENEA di Bologna, l’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, da anni attiva nel settore della prevenzione e del danno sismico.

Nasce così una collaborazione tra questo ente e il Comune di Ferrara con l’accordo che il percorso partecipativo del Laboratorio Urbano sarà il primo caso studio di un progetto di prevenzione sismica a livello nazionale su cui l’ENEA sta attuando verifiche di fattibilità.

Bozza progetto nazionale ENEA

Costruire la percezione del rischio sismico (il progetto di Ferrara presentato al convegno: “SICUREZZA SISMICA DEGLI IMPIANTI CHIMICI A RISCHIO DI INCIDENTE RILEVANTE” 7 Febbraio 2013, ENEA – Via Giulio Romano, 41 – Roma)

_______________________________________________________________________

Satoh Laboratory

satohIl 22 Ottobre 2012 il Comune di Ferrara ha incontrato il primo partner del progetto. Ospite illustre è Shigeru Satoh, professore di Disegno Urbano e Pianificazione al Dipartimento di Architettura dell’Università di Waseda, Tokyo, accompagnato da alcuni collaboratori.

Ci ha illustrato e spiegato la pratica del “Machizukuri” esercitata sin dagli anni ’80, dal Satoh Laboratory di Tokyo, all’avanguardia internazionale sulla ricostruzione pre-sismica.

Machizukuri è una parola di difficile traduzione: in inglese viene tradotta con community design. Il termine indica la realizzazione di scelte riguardanti l’ambiente di vita di una comunità attraverso una partecipazione attiva dei suoi stessi abitanti. Machi infatti significa città, paese, ma anche quartiere e zuchuri, costruire.

E’ una nuova modalità con cui i governi locali cercano di collegare amministrazione, abitanti e tecnici in qualsiasi scelta che riguardi l’ambiente urbano, la sua conservazione e sviluppo.

Un esempio a cui Ferrara si ispira e che, nel suo piccolo, vuole tentare di seguire con questo progetto.

Il materiale scaricabile che segue è in lingua inglese poichè al momento non sono disponibili testi in italiano che spieghino questa pratica:

La pratica MACHIZUKURI del laboratorio giapponese

Presentazione: Meeting with Professor Shigeru Satoh, 22/10/2012

_______________________________________________________________________

Società Naturalisti Ferraresi

SNF.logoLa Società Naturalisti Ferraresi da sempre promotrice di valori quali la salvaguardia, la protezione naturalistica e ambientale della provincia di Ferrara, negli ultimi tempi è stata particolarmente attiva nella diffusione dei temi che il sisma ha improvvisamente posto all’attenzione di tutti. Attraverso la collaborazione e il contributo del prof. Marco Bondesan, la Società ha favorevolmente accolto e accompagnato questo progetto sin dalla sua nascita, fornendo indicazioni utili e nuovi stimoli da sviluppare lungo l’intero percorso.

La Società Naturalisti Ferraresi, in collaborazione con il Comune di Ferrara, nei mesi scorsi, ha organizzato diversi incontri pubblici in cui gli esperti coinvolti hanno cercato di spiegare alla cittadinanza le cause e danni del terremoto in Emilia.

Di seguito potete trovare i link degli incontri:
Conferenza tenuta il 12 giugno 2012 “Esperti a confronto su cause e danni del terremoto in Emilia” presso il Museo di Storia Naturale di Ferrara.

Convegno tenuto il 4 luglio 2012 “Terremoto a Ferrara: le cause, gli eventi, le prospettive” presso la Sala Consiliare.

Conferenza tenuta il 27 settembre 2012 “Il punto della situazione sul terremoto in Emilia” presso la Sala Boldini.

_______________________________________________________________________

Telestense

Il progetto “Laboratori partecipativi di Prevenzione al danno sismico” a cura del Laboratorio Urbano – èFerrara Urban Center e Telestense, testata giornalistica locale, condividono la finalità di promuovere sul territorio di Ferrara la cultura della prevenzione sismica nel tentativo di dotare i cittadini di alcuni degli strumenti necessari per rendersi attivi nella messa in sicurezza del proprio ambiente di vita.

Telestense ha già avviato la propria partecipa alla promozione di un atteggiamento attivo nei confronti della prevenzione sismica, attraverso le puntate di “Obiettivo Prevenzione” (disponibili in questa stessa pagina).

Per la ricchezza del materiale raccolto, i contenuti di Obiettivo Prevenzione costituiscono un’importante contributo per le attività di comunicazione e promozione del progetto “Laboratori partecipativi di prevenzione al danno sismico”.

Descrizione del programma

Viviamo in una zona sicuramente sismica, anche se a rischio sismico non devastante, come ci ricordano la Sismologia storica e  i danni provocati dai recenti terremoti che hanno colpito l’Emilia. Abbiamo affrontato l’emergenza, adesso dobbiamo occuparci della prevenzione, che rappresenta l’unico mezzo che abbiamo a disposizione per  evitare di essere colti di sorpresa, per  tutelare l’incolumità nostra, dei nostri figli, dei nostri nipoti. Per vivere in  sicurezza nelle nostre case, tutelare il futuro dei nostri centri storici, del nostro sistema produttivo. Dobbiamo imparare a farla, dobbiamo cominciare a parlarne, tutti insieme.

E’ quello che si propone “Obiettivo Prevenzione”: il programma di Telestense, realizzato in collaborazione con il Comune di Ferrara e con l’Università.

_______________________________________________________________________

Master in Giornalismo e Comunicazione Istituzionale della Scienza

Il Master in Giornalismo e Comunicazione Istituzionale della Scienza è organizzato dalla Facoltà di Lettere e Filosofia in collaborazione con la Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali dell’Università di Ferrara.

Esso si occupa di formare, nel campo della comunicazione, figure professionali con un’anima duplice: sociale e scientifica. Attenti esperti dei rapporti che intercorrono tra scienza e società, ma anche efficaci comunicatori in grado di fornire un’informazione scientifica corretta ai propri pubblici di riferimento, siano essi cittadini, istituzioni, media.

La scelta della collaborazione con questo Master al progetto “Laboratori di prevenzione al danno sismico” è sembrata quindi quella più adeguata viste le tematiche su cui si regge questo progetto e il Master stesso, che tra i suoi corsi prevede proprio quello specializzato in “Media e istituzioni nella Comunicazione del Rischio”.

In questo Progetto vi è infatti, da un lato, la necessità da parte delle istituzioni di comunicare ai cittadini notizie dal contenuto tecnico e scientifico in modo chiaro ed appropriato, a maggior ragione se si affronta la delicata tematica dell’emergenza sismica e di tutti quei risvolti che ha nella vita sociale e personale di ognuno di noi.

Dall’altro lato, il bisogno di fornire un’informazione corretta dal punto di vista scientifico è il presupposto per poter innescare un dibattito pubblico informato su questi temi, nell’auspicio di porre le basi per una diffusa cultura della prevenzione sismica.

Tale collaborazione si è tradotta in un valido e proficuo supporto da parte dei docenti Michele Fabbri e Marco Bresadola per la definizione, nella fase di progettazione dei Laboratori, delle modalità più adatte per la comunicazione dei contenuti che si intendono sviluppare.

Ci siamo inoltre avvalsi della consulenza di Federica Manzoli, collaboratrice del Master ed esperta nella metodologia europea del Play Decide (link alla metodologia) e, in concomitanza, dell’attivazione di due tirocini formativi a supporto della comunicazione del Progetto.

_______________________________________________________________________

Dip.di Architettura: il Labo.R.A

Labora_logo_rettIl Dipartimento di Architettura di Ferrara ha costituito nel 2007 il Labo.R.A., laboratorio di ricerca e consulenza rivolto alla tutela e conservazione del patrimonio storico-architettonico.

Il coinvolgimento di questo ente di ricerca nel progetto ”Laboratori Partecipati di prevenzione al danno sismico” mira alla condivisione, a seguito del sisma del maggio 2012, di una cultura della prevenzione sismica nella prospettiva di individuare occasioni e strategie di intervento finalizzate in particolare alla tutela del centro storico patrimonio Unesco e allo scambio di dati raccolti nell’ambito di iniziative di ricerca e studio per la conoscenza e tutela del patrimonio storico-architettonico di Ferrara.

In concreto, ciò si tradurrà in un supporto scientifico:

–          per la trattazione dei temi geologici, architettonici e di storia urbana che verranno affrontati nell’ambito dei Laboratori con i cittadini;

–          per materiali e pubblicazioni cartacei e on-line finalizzati a informare e divulgare temi e risultati;

–          per un momento pubblico previsto dal percorso progettuale.

Il gruppo dei docenti di  Labo.R.A. che collabora al Progetto è composto da:

l’arch. Riccardo Dalla Negra, responsabile e referente scientifico, il prof. Marco Stefani,  coordinatore delle attività di ricerca per gli approfondimenti di carattere geologico; l’arch. Marco Zuppiroli, coordinatore delle attività di ricerca per gli approfondimenti di carattere architettonico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...