Post della redazione

La ricostruzione “è un fatto tuo”: ecco i primi risultati dell’iniziativa

Dal Portale della Regione Emilia-Romagna del 17 giu 2013

Il laboratorio urbano “Fatti il centro tuo!” è il luogo dove tutti i cittadini possono dialogare, scambiarsi informazioni e formulare idee per una ricostruzione partecipata”. La prima fase si è caratterizzata da incontri e interviste. Da domani 18 giugno in tre serate, a Novi, Rovereto e Sant’Antonio saranno presentati risultati e temi emersi dalla prima fase dell’iniziativa

La ricostruzione "è un fatto tuo": ecco i primi risultati dell'iniziativa

L’Amministrazione comunale di Novi di Modena ha avviato ufficialmente un laboratorio urbano dove tutti i cittadini possono dialogare, scambiarsi informazioni e formulare idee per una “ricostruzione partecipata”. La prima fase di attivazione si è caratterizzata da incontri “a piccoli gruppi” e interviste, dedicati a chi abita e vive il territorio: rappresentanti eletti, associazioni di categoria, figure tecniche, realtà sociali e culturali organizzate (associazioni e comitati), cittadini interessati. La modalità “a piccoli gruppi” e intervista è stata scelta per dare a tutti la possibilità di esprimersi in modo approfondito, col giusto tempo a disposizione, ed essere partecipi non solo del Piano per la ricostruzione ma anche nella definizione del percorso che lo accompagna.

Ora i risultati e i temi emersi dalla prima fase di ascolto dell’iniziativa “Fatti il centro tuo!” saranno illustrati e condivisi con i cittadini nel corso di tre incontri previsti a Novi e nelle due frazioni di Rovereto e Sant’Antonio. All’interno delle tre serate saranno esposte le suggestioni emerse da studenti dell’Università di Architettura di Venezia e del Politecnico di Milano.

Il primo appuntamento è in programma martedì 18 giugno alle 21, in corso Marconi 31. La sera dopo, sempre alle 21, è previsto l’incontro a Rovereto, nella sala Civica de Andrè, in via Mazzini e giovedì 20 si chiude a Sant’Antonio, nella sala parrocchiale

L’obiettivo di questa prima fase era quello di definire il progetto del percorso partecipativo, individuare i temi rilevanti, rendere evidenti i diversi punti di vista sulle questioni in gioco, condividere aspettative ed esigenze. Il referente del percorso (facilitatore incaricato) ha avuto il compito di sollecitare tutti i soggetti, anche quelli che abitualmente non prendono parte ad assemblee o momenti di confronto pubblico, con particolare attenzione alle differenze di genere, abilità, età, lingua e cultura. In un percorso così importante per il futuro del territorio, non può mancare il contributo di bambini e giovani. Oltre alle attività di volta in volta organizzate, durante l’intero percorso il referente è disponibile per i cittadini un giorno a settimana sempre il mercoledì dalle 8.00 alle 20.00, in modo da favorire la partecipazione anche di chi per propri impegni non potrà prendere parte alle attività più strutturate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...