Dalla stampa locale

Sisma Emilia, le risposte della scuola all’emergenza

 

Da Telestense del 29 mag 2013

scuola-mirabelloAmmonta complessivamente a circa 16 milioni e mezzo di euro il valore stimato delle iniziative intraprese dall’Amministrazione scolastica e dai propri partners a sostegno degli studenti e delle scuole terremotate dell’Emilia. L’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna, ad un anno dalla scossa del 29 maggio, diffonde il bilancio di un anno di gestione dell’emergenza sisma con uno sguardo rivolto al futuro.

La Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna a seguito del sisma del maggio 2012, ha immediatamente avviato, in stretta sinergia con l’Assessorato alla Scuola della Regione, un’intensa azione di supporto alle scuole terremotate che si è concretizzata sia nel reperimento di risorse finalizzate al ripristino dei servizi educativi e ad un progressivo ritorno alla normalità, sia nel coordinamento di significative azioni di solidarietà intraprese da partners privati e pubblici, locali e nazionali. Significativo, in questo quadro di azioni, è stato l’intervento del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che con l’attribuzione di risorse di personale aggiuntivo alle scuole terremotate, ha potuto garantire il regolare avvio dell’anno scolastico 2012/13. Altrettanto immediata e determinante è stata la reazione all’emergenza di enti pubblici e di importanti realtà aziendali locali e nazionali, che hanno espresso la volontà di destinare fondi alle zone terremotate.

Il sisma, per il territorio emiliano, pur nella sua tragicità, costituisce senza dubbio una piattaforma esperienziale per il mondo della scuola, se si tiene conto del numero di progetti didattici attivati e degli interventi realizzati per l’innovazione tecnologica.

“Non è giusto graduare le collaborazioni, tutte importanti quando offerte con generosità e disponibilità”- spiega Stefano Versari, Vice Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna – “tuttavia va evidenziata la grandissima e quotidiana unità di intenti e di azioni sperimentata con il Ministero dell’istruzione (in primis con il Ministro Profumo, il Capo di Gabinetto Fiorentino, il Capo Dipartimento Stellacci) e con l’Assessorato alla Scuola della Regione Emilia-Romagna (con l’Assessore Bianchi e con il Direttore Generale Balboni). Il terremoto ha distrutto tante scuole e generato dolori e angosce” – prosegue Versari – “eppure, come ha scritto una bambina della scuola primaria: ‘la speranza si è alzata’. Questo grazie all’azione condivisa pubblica e privata che ha posto la scuola al centro della ricostruzione, non solo di mura, ma soprattutto di comunità. Siamo orgogliosi per il tanto che si è fatto fino ad oggi nelle scuole colpite dal sisma. Così come siamo consapevoli che la ricostruzione materiale e sostanziale delle scuole non è conclusa.

Serve continuare a sostenere queste comunità, anche con interventi concreti di accompagnamento”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...